5 modi per personalizzare i tuoi progetti di interni: guida per architetti creativi!

La personalizzazione è ormai diventata una richiesta abituale da parte di clienti e committenti se si parla di interior decoration.

Ma cosa significa esattamente? Possiamo dare una risposta seguendo due direzioni diverse.

L’approccio

Personalizzare significa dare un tocco unico e originale a un ambiente, e questo significa che in fase progettale dobbiamo già prevedere e fissare alcuni parametri e scelte specifiche.

Il lavoro dell’architetto o del progettista di interni vede in primo piano la capacità di armonizzare, coordinare e selezionare materiali e prodotti, mettendo a disposizione del cliente la propria competenza, conoscenza del mercato e il proprio stile. Già questo potrebbe essere definito personalizzare, perché ogni progetto è diverso, ogni ambiente richiede attenzioni specifiche, ogni brand ha necessità uniche.

Ecco allora che entra in gioco la personalizzazione di oggetti, arredi, complementi e finiture. L’ideazione del progetto parte da competenze e conoscenze, con materiali e fornitori che permettono di esprimere uno stile proprio. Ma tutto questo processo può essere ulteriormente reso unico grazie alla possibilità di definire un livello superiore di coordinamento e di personalizzazione.

La stampa digitale in particolare consente di dare un valore aggiunto di unicità a materiali e prodotti, gli stessi che rientrano tra i preferiti, ma che possono essere adattati a uno stile e a richieste specifiche. Quindi personalizzare in fase di progetto, creando un design e un’immagine unica e originale.

Il prodotto

Il secondo percorso riguarda i singoli prodotti. Scelto lo stile, il design e le componenti, è possibile personalizzare solo alcuni elementi e creare un effetto emozionale, unico, speciale. Durante i nostri eventi di formazione raccontiamo spesso di progetti in cui la decorazione digitale consente di rendere unico e coordinato ogni parte del progetto.

Questo non significa però che devo personalizzare tutto! Spesso basta anche un solo elemento per dare un’immagine completamente diversa a un ambiente, senza rinunciare alle caratteristiche del prodotto e alla sua qualità. Che sia una carta da parati, una pellicola o un tessuto, i particolari sono fondamentali per armonizzare e rendere speciale lo spazio. E se parliamo di contract, anche per il branding e per rafforzare l’immagine del marchio.

La personalizzazione del prodotto spesso viene offerta dai produttori dell’oggetto, ma in questo caso le possibilità di intervento sono limitate. Se voglio avere una possibilità pressoché infinita posso rivolgermi a specialisti del digitale, con le competenze tecniche specifiche e una capacità di intervento sui diversi aspetti della personalizzazione.

Facciamo l’esempio della carta da parati. Oggi il prodotto ha trovato una nuova dimensione proprio grazie alla stampa digitale, che consente di riprodurre non solo immagini di grande formato, ma anche sensazioni tattili particolari. Slegata dalla ripetitività del soggetto diventa un vero e proprio elemento decorativo, adattabile, originale. E si ha la possibilità di scegliere il soggetto, renderlo perfetto per il proprio ambiente e dunque unico e distintivo.

Seguendo le due direzioni, possiamo quindi darvi 5 consigli:

  1. Rendi unico il tuo spazio. Che sia nella combinazione di diversi elementi o per creare un total look coordinato, ogni ambiente diventa originale e personale

2. Nessun limite. Spingersi oltre la selezione di soluzioni a catalogo, può portare a creare uno stile unico e identificativo del proprio modo di interpretare lo spazio

3. Matericità. Non solo un’immagine bidimensionale, ma anche effetti tridimensionali, texture particolari ed effetti tattili

4. Sorprendi il tuo cliente. La decorazione digitale consente di personalizzare materiali e oggetti con tecnologie fino a ora impensabili!

5. Ascolta il tuo cliente e offri una visione dello spazio in cui identificarsi lavorando sui dettagli e sui particolari

Questi sono consigli, spunti e indicazioni; sicuramente ci sono molti altri aspetti e fattori da considerare, ma rimane fondamentale il continuo aggiornamento, la conoscenza delle possibilità e il modo di inserirle nei propri progetti, comprenderne i plus e adattare le scelte al proprio stile e metodo di lavoro.

In questo Decor Lab, con i suoi partner specializzati e il fitto calendario di eventi di formazione è una risorsa a disposizione dei professionisti. Contattaci per avere maggiori informazioni.

fuorisalone 2024

design
decorazione
sostenibilità

15/04 – 21/04 
via tortona 37 – milano

Registrati

Username *
Password *
Ripeti Password *
Nome *
Cognome *
E-Mail *
Professione *

Cliccando sul pulsante "Registrati" acconsenti a ricevere comunicazioni da parte di Decor Lab e dei suoi partner e al trattamento dei tuoi dati personali come descritto nella Privacy Policy di questo sito.