Milano quinta in Europa per il numero di edifici sostenibili

Milano tra le prime 5 città in Europa per numero di edifici sostenibili secondo lo standard LEED

Milano è una delle cinque città europee, insieme a Madrid, Stoccolma, Francoforte e Instanbul, che ha ottenuto il riconoscimento GBCI (Green Business Certification Inc.), l’organizzazione internazionale che valuta l’eccellenza nelle prestazioni e nelle pratiche del settore edile a livello mondiale, secondo lo standard LEED, la certificazione che attesta l’eco-compatibilità di un edificio.

 

LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) è il sistema di certificazione volontario, creato dall’associazione USGBC (U.S. Green Building Council), che può essere applicato a qualsiasi tipo di edificio e comprende tutto il ciclo di vita dell’edificio, dalla progettazione alla costruzione.

 

Milano vanta ad oggi oltre 80 edifici certificati LEED che contribuiscono a ridurre le emissioni di carbonio e mettono a disposizione ambienti più sani alle persone che ci vivono e lavorano. A questi si aggiungono altri 130 progetti, in fase di sviluppo, che perseguono lo stesso obiettivo.

 

“Le modalità con cui progettiamo i nostri edifici, città e comunità influisce sulla qualità della nostra vita e sulla qualità della vita per le generazioni a venire – ha affermato Mahesh Ramanujam, presidente e CEO di GBCI e USGBC -. L’esperienza della città di Milano con la certificazione LEED è un esempio e un modello non solo per l’Italia, ma per il resto dell’Europa, e dimostra che gli edifici sostenibili e performanti sono alla nostra portata. Impegnandoci in pratiche che riducono il nostro impatto sull’ambiente e dando priorità alla nostra salute, possiamo creare un migliore standard di vita per ogni persona”.

 

La certificazione è un simbolo di eccellenza e indica che un edificio ha raggiunto elevati livelli di sostenibilità energetico – ambientale, tutelando la qualità della vita e la salute delle persone.