Posticipato il Salone del Mobile 2022

A causa delle criticità dovute al peggioramento della situazione pandemica, il consiglio di amministrazione del Salone del Mobile ha deciso di posticipare la 60° edizione.

A causa delle criticità dovute al peggioramento della situazione pandemica, il consiglio di amministrazione del Salone del Mobile ha deciso di posticipare la 60° edizione.

Il più importante evento internazionale di design si terrà quindi dal 7 al 12 giugno, uno slittamento di due mesi, in modo da permettere la realizzazione di una fiera che attragga visitatori da tutto il mondo e alle aziende di organizzare con maggior tranquillità allestimenti e progetti.

“La decisione di posticipare l’evento consentirà a espositori, visitatori, giornalisti e all’intera community internazionale dell’arredamento e del design di sfruttare al meglio e in piena sicurezza le potenzialità di una rassegna che quest’anno si presenterà ricca di novità e che, oltre a festeggiare un compleanno importante, punterà sul tema della sostenibilità, facendosi palcoscenico dei progressi fatti in quest’ambito da creativi, designer e aziende. La data di giugno favorirà inoltre una forte presenza di espositori e operatori stranieri, da sempre punto di forza del Salone, e garantirà alle aziende partecipanti i tempi giusti per progettare al meglio la propria presenza in fiera che, come sappiamo, richiede mesi di preparazione, dall’ideazione all’allestimento finale. La voglia di Salone è sempre più forte, per questo stiamo lavorando a un evento che offrirà a tutti la possibilità di vivere un’esperienza unica, concreta ed emozionante. Tutti abbiamo tanta voglia di Salone”, spiega Maria Porro, presidente del Salone del Mobile.

Negli stessi giorni, dal 6 al 12 giugno, si svolgerà anche la Milano Design Week, un importante momento di incontro e di condivisione tra progettisti e designer, che si confronteranno sulla tematica scelta per questa edizione “Tra Spazio e Tempo” e le cui idee influenzeranno il futuro dell’industria del design.